First year experience. Le fondamenta del successo | Cecilia Venezia

First year experience. Le fondamenta del successo

💎 Giovedì 18 ore 21.30 Proiezione del film Soul

💎 Venerdì 19 ore 15.00 Incontro e attività con Cecilia Venezia

Quali sono le basi del successo personale e professionale?
Abbiamo obiettivi ambiziosi... ma dove vogliamo che ci conducano?
Quali sono le radici profonde su cui basiamo la nostra strada verso il successo?

Sono queste le risposte a cui cercheremo di rispondere insieme a Cecilia Venezia, ex-allieva del Collegio Mazza di Padova e oggi psicologa, formatrice e coach, che accompagnerà gli studenti del primo anno del Collegio Mazza di Roma in una riflessione attiva e una condivisione sull'autoconsapevolezza rispetto al proprio scopo.

Cecilia Venezia collabora ormai da diversi anni con il Collegio Mazza: oltre alla First year experience, dedicata agli studenti del primo anno, realizza attività dedicate agli studenti degli anni successivi. In particolare un'attività di coaching mirata a costruire un percorso di sviluppo personale, attraverso una serie di incontri strutturati e sostenuti da un preciso metodo di lavoro.

L'approccio utilizzato è quello di sostegno alla persona senza interferire o sovrapporsi ad essa e ai suoi progetti ma fornendo gli strumenti e le tecniche necessarie per il raggiungimento di specifici obiettivi e il suo successo. Il coaching è una relazione, una partnership, che favorisce un incremento di autoconsapevolezza e che facilita la realizzazione dei traguardi personali. Si sceglie un percorso di coaching per:

  • acquisire consapevolezza delle proprie capacità personali e professionali;
  • acquisire certezza sui propri punti di forza e aree di miglioramento;
  • chiarire aree di incertezza ed ampliare le proprie possibilità di scelta;
  • definire i propri obiettivi e prepararsi ad un piano d'azione.

Il coach non fornisce soluzioni preconfezionate, nella relazione sostiene il partner nella ricerca delle proprie soluzioni. Non si tratta di una relazione di aiuto ma di un rapporto paritario in cui il coach funge da facilitatore aiutando la persona a fare emergere potenzialità e risorse, ad ideare nuove soluzioni, a chiarire la direzione.

Durante il periodo universitario un percorso di coaching può essere utile per:

  • trovare il metodo di studio più corretto e ottimizzare i risultati
  • orientarsi verso il futuro professionale
  • superare momenti di dubbio o difficoltà sul piano accademico
  • gestire momenti di cambiamento
  • acquisire una maggior conoscenza della propria visione del futuro

Percorso accademico

Pubblicato il: 15/02/21 da Elisabetta Fregonese